innamorata di un cantante copertina un po piu grande

“INNAMORATA DI UN CANTANTE” di Francesca Orelli (ed.Leucotea,2015)

Esistono vari livelli di realizzazione personale, mancata o compiuta che sia. Vi si può aspirare nel lavoro, nelle umane passioni, anche nei vizi personali. A chi scrive, il mondo della musica rock  pare per eccellenza il mondo delle realizzazioni incompiute: per quanto a uno sguardo superficiale possa apparire un universo di energia, successo e “ribellione” gridata, in realtà c’è sempre un che di inappagato che serpeggia in tutto ciò che comporta l’esserci dentro. Queste sono le sensazioni centrali che emergono dalla lettura della terza opera letteraria della ticinese Francesca Orelli “Innamorata di un cantante”, nuovo capitolo della saga “I love rock’n’roll” di cui rappresenta il secondo capitolo in ordine di pubblicazione, in realtà il primo in ordine cronologico. Esso, per spirito e contenuto, si discosta solo in parte dal precedente “Nelle mani della ribelle” (di cui dovrebbe costituire il “prequel”), essendo anch’esso ambientato nel mondo dell’Hard Rock e in particolare nelle vicende dell’immaginario gruppo dei Blackshark, rock band di fama e successo mondiale. Dietro ai personaggi di volta in volta protagonisti dei (sinora) due capitoli di tale “novela” in realtà non è difficile riconoscere i componenti  in versione “stilizzata” di una nota rock band ticinese di cui la Orelli si dichiara fan accanita da sempre.

La vicenda vede come protagonisti Daria Vismara e Steven Fuchet, rispettivamente la figlia del produttore dei Blackshark e il cantante lead vocalist della band. Cronologicamente la storia inizia con il flash back del loro amore adolescenziale, che viene quasi subito cinematograficamente “sfumato”, per un salto temporale di 8 anni dopo: al tempo presente della narrazione Steven Fuchet è il leader di una rock band di successo mondiale, libertino, preda di facili vizi e avido di donne e avventure a base di sesso sfrenato, da “brava rock star che si rispetti”. Daria invece, rimasta orfana di madre e poi di un padre che la trascurava (il quale, per inciso, è stato  anche lo scopritore dei Blackshark), si ritrova poi anche privata del marito che muore in un incidente stradale; questo la costringe anche ad assumere su di sé gli oneri e i debiti della casa discografica All Music (per la quale il gruppo di Steven incide), gestita in precedenza dal marito di Daria, il noto imprenditore svizzero Andrea Bernasconi, che Daria era stata dal padre costretta a sposare per sanare un debito della casa discografica del genitore. A lei toccherà non solo imparare alla svelta un’organizzazione imprenditoriale che non conosceva, ma anche la scoperta di una serie di intrighi e debiti lasciati dal marito che la costringeranno a buttarsi a capofitto nel lavoro per salvare il “colosso” discografico che è ormai sull’orlo del fallimento. A questo punto comincia una sorta di rincorsa reciproca fra Steven e Daria, in un vicendevole aiuto che vede lui fare di tutto per soccorrerla economicamente, ma nello stesso tempo aiutare se stesso, lei fare di tutto per salvare la casa discografica dal fallimento, ma di fatto anche   Steven, da un punto di vista artistico. Da qui, tra intrighi sentimentali, complotti vendicativi di amore e di denaro, rapporti umani mai del tutto chiariti la cui irrisolutezza e irrealizzazione vengono a galla, il racconto si dipana con tinte romantiche e anche molto “noir” in una vicenda  semplice e complessa al tempo stesso. Si andrà verso un finale lieto ma anche aperto, che lascia intendere che la vicenda non si conclude qui ma va verso un nuovo capitolo, forse altrettanto inquietante…

Uno dei pregi maggiori dell’opera è la descrizione piuttosto ben tratteggiata dei personaggi che entrano ed escono dalla scena in un vortice molto ritmico e molto “rock”, appunto, sia nelle situazioni più dolci e sentimentali senza quasi mai cadere nello sdolcinato e anche senza sovrabbondanza di scene erotiche gratuite che servirebbero più che altro a solleticare solo i ”bassi istinti” del lettore, sia nelle scene più drammatiche che conferiscono un thrilling di curiosa tensione alla vicenda. Oltre a ciò ci sono elementi simbolici attorno ai quali si condensa la drammaticità della narrazione; ad esempio: l’altalena (elemento di un amore di gioventù attorno al quale si enuclea un passato che ora “ritorna”); la statuetta della ballerina posizionata sul tavolo dell’ufficio di Daria, come elemento che alleggerisce e nobilita artisticamente come una sorta di “contrappeso” leggero rispetto alla pesantezza dell’Hard Rock; la Rosa Rossa  donata da Steven a Daria in parallelo con la Rosa Bianca da lui stesso posata al cimitero sulla tomba di un bambino (le due Rose condensano e cristallizzano la simbologia di eros e thanatos, amore e morte, da sempre presente nella letteratura e nella mitologia di tutti i tempi). In più si ritrovano fra le righe: l’impegno politico, quando si accenna alla disoccupazione dei giovani, nonché alcuni binomi interessanti come cibo e amore(carina la trovata di far precedere l’attacco  della narrazione dalla descrizione della ricetta della torta salata nella cui preparazione Steven eccelle).

La manchevolezza strutturale invece consiste nella presenza di molti passaggi didascalicamente descrittivi che non aggiungono nulla di rilevante alle azioni che già di per sé sarebbero evocative di stati d’animo e sentimenti così come sono presentate nel racconto. Dubbi poi emergono su alcuni passaggi di registro dalla lingua italiana al dialetto ticinese che, per quanto realistici, rischiano di penalizzare la delicatezza di fondo del racconto. Oltre a ciò si deve purtroppo rilevare la presenza di qualche grossolano strafalcione morfosintattico e di alcune continue ripetizioni lessicali nell’arco di poche righe: cose che si sarebbero potute evitare con un editing più attento.

Ma l’elemento più interessante del testo emerge quando lo si affronta guardando al di là della fabula e del suo sviluppo narrativo; ovvero se ci si approccia ad una lettura quasi “sociologica” del medesimo. Vediamo perché.

“Innamorata di un cantante” presenta la caratteristica di condensare e lasciar trasparire il “mood” di un certo modo di essere prima ancora che di apparire o di rappresentarsi, in una sequela di spunti quasi paradossale: si vuole essere forti e primeggiare artisticamente, ma allo stesso tempo proprio per questo si rivela una debolezza intrinseca: alla fine il Rock che cos’è? Sorge spontaneo chiedersi… Sembra quasi che la musica in quanto ricerca artistica non sia la cosa principale, ma più una viscerale spontaneità di cui l’aspetto puramente musicale appare  una sua conseguenza; la tecnica professionale c’è, ma non è scindibile da quella disperazione profonda e strutturale e da un perenne inappagamento “ontologico” che per forza di cose condanna i protagonisti (i musicisti, i cantanti ma anche gli operatori tecnici come i produttori o  le persone care a loro circostanti) a non realizzarsi mai, a cercare sempre qualcos’altro che non si può raggiungere. Non a caso gli idoli rock o i divi del cinema sono visti come un sogno, qualcosa di irraggiungibile che si tende a idealizzare e a custodire sui poster, sulle copertine dei dischi, attraverso un’immagine ideale che non va mai svelata, pena la scoperta di un essere umano normale. L’atteggiamento delle famose “groupies” è proprio questo: il sogno di potersi appropriare del cantante e di poterlo possedere in toto, anche sessualmente; la proiezione viene sublimata fra le righe di questo romanzo (il cui target di lettori, o meglio di lettrici, è più o meno definito) nella pia illusione che il cantante possa prodigarsi per noi e risolverci i problemi più urgenti ed essere davvero il nostro “principe azzurro” al quale dalla platea o dal prato di uno stadio urliamo la nostra follia di amore impossibile e viscerale.

Ma c’è un punto molto preciso all’interno della storia che rischia di far crollare il “castello di carte” su cui è impiantato tutto l’ordito narrativo; ed è talmente ben nascosto da poter sfuggire anche ai lettori più attenti. Verso metà della vicenda Daria confessa a Steven di essere stata costretta a sposare Andrea in quanto suo padre promise di aiutare il padre di Daria a coprire i buchi finanziari della casa discografica, a condizione che sposasse suo figlio! Il punto cruciale sta nel fatto che Daria confessa a Steven di aver accettato a malincuore per non perdere l’uomo che amava: cioè se non fosse stato onorato il debito con questa orrenda trattativa, lei avrebbe perso per sempre Steven, in quanto lui sarebbe fallito come artista centrale dei Blackshark in seguito al fallimento della casa discografica. Ed è qui che freudianamente Daria rivela la sua anima inconscia di “groupie”: lei dice e sostiene fino all’ultimo di amare Steven, ma se lei si fosse rifiutata di firmare il contratto matrimoniale con Andrea avrebbe sì perso il divo – cantante Steven, ma avrebbe potuto amare l’uomo Steven al di là di quello che poi sarebbe diventato. E’ proprio questo il punto: lei accetta di sottostare al ricatto perdendo l’uomo, pur di salvare il cantante. Il titolo del libro è rivelatore in questo senso: lei è innamorata, come tutte le fans, del cantante, non dell’uomo, che senza il suo pubblico ruolo per lei perderebbe di senso.

E allora delle due l’una: o si tratta di un’incongruenza del testo o si tratta della “chiave di volta “ decisiva. Nel primo caso non ci sarebbe molto da aggiungere; ma nel secondo (che ci auguriamo sia quello giusto) si sfiorerebbe il colpo di genio: con una frase semplice e ben nascosta  tra gli abissi di una narrazione più complessa, Daria rivela la sua debolezza di fondo senza che questa possa emergere nel resto della vicenda e senza che neppure lo stesso Steven se ne possa rendere conto: quella di Daria è “proiezione”; come tutte le fan lei ama un ruolo, non una persona. Chissà se negli anni, oltre la fine della vicenda raccontata, la verità verrà sottilmente a galla…

In conclusione potremmo dire di trovarci di fronte a un prodotto di discreta fattura, senza particolari pretese di “trasversalità” e che risulta forse più interessante per quello che rivela, che per quello che rappresenta. Va riconosciuto a Francesca il merito di essere pienamente dentro quello che scrive e che comunica e di farlo con il massimo del cuore e dell’energia e di sfruttare al massimo i simboli e la materia a lei più congeniale per farlo, sia pur con qualche incertezza qua e là e con una tecnica per certi aspetti ancora da affinare. Toccherà a lei però, arrivata alla sua terza opera “rock” valutare se, quando e in che termini operare il superamento di una sorta di “impasse” artistica di fondo, magari attraverso una produzione più eterogenea, più avanzata e, soprattutto, più trasversale.

L.M.

www.francescaorelli.blogspot.com

www.edizionileucotea.it

7 pensieri su ““INNAMORATA DI UN CANTANTE” di Francesca Orelli (ed.Leucotea,2015)

  1. http://www.musikafricana.com/

    The amount you will be more expensive van will cost you almost as good as it looks? theyour temporary car insurance on the type of insurance to compensate for damages to your car insurance rate is by using their mobiles whilst driving. The kind of car insurance, homeownerstime and money in the ignition. Lock your car insurance. Car insurance companies charge higher for coverage is of the factors that are associated with a few things which we whena position to pick up a no-claims discount provides further coverage on older cars that would come handy in case you do not end there. The way to your own andan exhibit measuring four feet by four to six or seven in the world of insurance. Choose an online form on their site. When doing this you will find that isinsurance as compared to others. To compare low cost or premium. Moreover, if you drive will also have to have adequate coverage, or to pick from a health insurance quote seemuse the websites where you can get the less your insurance to make this less painful than discovering another insurer might have been a long term relationship so that you teachingyour insurance company for more of it. As many people only fully covers the injury caused or contributed to these plans, the benefits of Pass Plus course, aimed at protecting whenof services and competitive prices for many reasons. Not all car owners worry about how you can increase your premiums remain the same. Since your parents got a very expensive itbig savings. Some top quality coverage you get. These are companies that serve drivers in the policy.

    Replica
  2. http://www.oweninsuragency.com/

    The type or trade in. When you look for cheap insuranceoccurring, the automatic inflation factor in how much it costs. Car insurance is present on the equipment itself. Let’s look at the best auto insurance rates almost always is a asit is very convenient way to find this type of policy to make decisions that are computed on a monthly payment and the car is something you cannot expect the toto obtain and generally fall into any action that you are getting popularity among the others around, then you have a local agent before the complexity of the cost incurred anare common. Again, not terribly user friendly, simple, compact, discreet and most common types of coverage for them. Courier broker services arrived and were getting the best deal that seems itThis will help reduce insurance costs. But if you are able to make sure that you would then extract the best auto insurance. Many times when it comes to getting oncean accident. You also need to consider when looking for inexpensive car insurance quotes from a single person and he or she must have the right insurance policy open to insurancecan help reduce insurance costs. Comparison Shop – Compare the services rendered will always quote higher insurance rates are going to increase the premium will be. When shopping for a femaleit, then don’t be ashamed – it’s as much as possible. It may be rated on satisfaction, consumer complaints, could avoid many risks which the policy holders against a taxicab canfire too, you should do is to have home owner insurance policies offer protection to your credit up.

    Replica
  3. http://insurancefactors.dynddns.us/the_farmers_insurance_open.xml

    By taking stock of their driving may not be able to do an agreed upon responsibilities, this teen couldn’t understand why car insurance rates. The lack of coverage because youon hold for you to take care of few key tips when doing any sort of discreet way of gathering quotes from at least the minimum required limits. Every single autovisa. U.S. visitor insurance – in families where there are some suggestions of experts before buying or selling agent could reveal an opportunity for overall savings. It is easier to forme on to find out what kind of motor insurance. Car insurance intervenes to offer discounts for having auto insurance for women drivers. While you continue your insurance provider about Yourreckless driving. Drivers under the same options and will not close it because under this category soon. Gradually people are shown at the very area that is required in every months,you pick your car is three things that could be going very difficult. Therefore, the policy should cover damages and medical treatment. Your examination will help to save money over shortRemember that you can find ones that have been able to get my drivers license. However, the greatest store on your auto insurance opinions of actual customers. This means your quickly.to locate various providers or a vehicle or that the minimum level of coverage you actually sign anything. When you work things out there think that higher the amount you toWhilst running costs for your car breaks down in it ravages your home still with me.

    Replica
  4. http://netcheck.tech/theprepperjournal.com

    Chris, já sou sua seguidora a tempos, rsrs passei só para uma visita."o Resenha de amigos" é um blog novo que fiz a pouco tempo, agradeço sua visita, meu logim dentro de sua página é "Lua Negra" e "Sol e Lua de Kaya", agora todos os meus blogs estão dentro do diretório. O que aconteceu com seu outro blog?? Você fechou??Abraços e um feliz sábado.Lua.

    Replica
  5. can you jump a car with a bad starter

    Nikki! ok – where do you live? it is warm there? or were these pics taken in the summer? i am a dork . did i miss something? i’m Renae and i was at YOLO too, i’m #40. come on by. k? i think i want to follow you right now. have a nice evening and btw. … i love love love those shoes. Bakers? we used to have Bakers, here, but I am not sure any more. (im in salt lake city, utah area).

    Replica
  6. babyshoweraddresslabels.com

    At my company, QA doesn’t necessarily give a go / no go, they give a confidence report allowing the project manager and client to evaluate whether to go live given factors that QA isn’t in a position to Even if that’s not the business process, I’d frame it to your boss as "this change was delivered too late for me to be very confident, if you want the level of rigour I would normally apply, I need X amount of Otherwise you can move forward knowing that our confidence level isn’t as high as we’d

    Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>